Che cos’è la Radiofrequenza

–  –

La Radiofrequenza è una tecnica non ablativa di ringiovanimento della pelle, ideata negli Stati Uniti, che di recente si è affermata anche in Europa. A differenza dei trattamenti Laser e della Dermoabrasione che rimuovono fisicamente i tessuti superficiali, con la Radiofrequenza si esercita una potente azione di ringiovanimento della pelle stimolando, in modo non invasivo e non traumatico, direttamente il collagene sottocutaneo. 

Ritratto donna

Che cos’è la Radiofrequenza

–  –

La Radiofrequenza è una tecnica non ablativa di ringiovanimento della pelle, ideata negli Stati Uniti, che di recente si è affermata anche in Europa. A differenza dei trattamenti Laser e della Dermoabrasione che rimuovono fisicamente i tessuti superficiali, con la Radiofrequenza si esercita una potente azione di ringiovanimento della pelle stimolando, in modo non invasivo e non traumatico, direttamente il collagene sottocutaneo. 

Ritratto donna

Che cos’è la Radiofrequenza

–  –

La Radiofrequenza è una tecnica non ablativa di ringiovanimento della pelle, ideata negli Stati Uniti, che di recente si è affermata anche in Europa. A differenza dei trattamenti Laser e della Dermoabrasione che rimuovono fisicamente i tessuti superficiali, con la Radiofrequenza si esercita una potente azione di ringiovanimento della pelle stimolando, in modo non invasivo e non traumatico, direttamente il collagene sottocutaneo. 

Ritratto donna

Effetti immediati del trattamento con la Radiofrequenza

–  –

Esistono diversi protocolli di trattamento che prevedono un passaggio singolo o multipli a seconda delle aree da trattare, e richiede dai 30 ai 45 minuti per sessione. La RF provoca una sensazione di calore più o meno percepita a seconda delle parti trattate. Da questo tepore può manifestarsi un leggero rossore, senza conseguenze, che scompare nel giro di pochissimo tempo: la persona trattata può riprendere tranquillamente le sue normali attività.
La radiofrequenza si può utilizzare per numerose applicazioni estetiche: dai trattamenti per il ringiovanimento della pelle a quelli per le smagliature; dal mantenimento della pelle post lifting fino alla cura dell’acne in fase attiva e post sfogo.
 

Effetti immediati del trattamento con la Radiofrequenza

–  –

Esistono diversi protocolli di trattamento che prevedono un passaggio singolo o multipli a seconda delle aree da trattare, e richiede dai 30 ai 45 minuti per sessione. La RF provoca una sensazione di calore più o meno percepita a seconda delle parti trattate. Da questo tepore può manifestarsi un leggero rossore, senza conseguenze, che scompare nel giro di pochissimo tempo: la persona trattata può riprendere tranquillamente le sue normali attività.
La radiofrequenza si può utilizzare per numerose applicazioni estetiche: dai trattamenti per il ringiovanimento della pelle a quelli per le smagliature; dal mantenimento della pelle post lifting fino alla cura dell’acne in fase attiva e post sfogo.
 

Effetti immediati del trattamento con la Radiofrequenza

–  –

Esistono diversi protocolli di trattamento che prevedono un passaggio singolo o multipli a seconda delle aree da trattare, e richiede dai 30 ai 45 minuti per sessione. La RF provoca una sensazione di calore più o meno percepita a seconda delle parti trattate. Da questo tepore può manifestarsi un leggero rossore, senza conseguenze, che scompare nel giro di pochissimo tempo: la persona trattata può riprendere tranquillamente le sue normali attività.
La radiofrequenza si può utilizzare per numerose applicazioni estetiche: dai trattamenti per il ringiovanimento della pelle a quelli per le smagliature; dal mantenimento della pelle post lifting fino alla cura dell’acne in fase attiva e post sfogo.
 

RILASSAMENTO E INVECCHIAMENTO DELLA PELLE

L’invecchiamento della pelle è un processo fisiologico legato all’età e al patrimonio genetico, che può essere favorito anche da altri fattori che fanno parte della vita quotidiana. 
Un’alimentazione scorretta, l’alcool e il tabacco, il 
sole, lo stress e l’inquinamento atmosferico, possono accentuare e accelerare l’invecchiamento della pelle. 
Con gli anni la pelle diventa sempre più sottile e fragile a causa della rigenerazione cellulare che rallenta passando da 3-4 settimane a 4 o addirittura 6 settimane. Se la quantità di collagene presente nella pelle diminuisce le inevitabili conseguenze sono una pelle rilassata, cadente, poco elastica e che presenta di rughe.

Viso Globus Corporation
Viso Globus Corporation

RILASSAMENTO E INVECCHIAMENTO DELLA PELLE

L’invecchiamento della pelle è un processo fisiologico legato all’età e al patrimonio genetico, che può essere favorito anche da altri fattori che fanno parte della vita quotidiana. 
Un’alimentazione scorretta, l’alcool e il tabacco, il 
sole, lo stress e l’inquinamento atmosferico, possono accentuare e accelerare l’invecchiamento della pelle. 
Con gli anni la pelle diventa sempre più sottile e fragile a causa della rigenerazione cellulare che rallenta passando da 3-4 settimane a 4 o addirittura 6 settimane. Se la quantità di collagene presente nella pelle diminuisce le inevitabili conseguenze sono una pelle rilassata, cadente, poco elastica e che presenta di rughe.

Viso Globus Corporation
Viso Globus Corporation

RILASSAMENTO E INVECCHIAMENTO DELLA PELLE

L’invecchiamento della pelle è un processo fisiologico legato all’età e al patrimonio genetico, che può essere favorito anche da altri fattori che fanno parte della vita quotidiana. 
Un’alimentazione scorretta, l’alcool e il tabacco, il 
sole, lo stress e l’inquinamento atmosferico, possono accentuare e accelerare l’invecchiamento della pelle. 
Con gli anni la pelle diventa sempre più sottile e fragile a causa della rigenerazione cellulare che rallenta passando da 3-4 settimane a 4 o addirittura 6 settimane. Se la quantità di collagene presente nella pelle diminuisce le inevitabili conseguenze sono una pelle rilassata, cadente, poco elastica e che presenta di rughe.

Viso Globus Corporation
Viso Globus Corporation
Confronto pelle donna

Come agisce la Radiofrequenza

La Radiofrequenza è un trattamento che, basandosisull’emissione di Energia, è in grado di sviluppare all’interno dei tessuti cutanei un calore che dalla superficie dellapelle si propaga in profondità al derma, agli strati adiposi fino al limite della fascia muscolare.
La conducibilità della pelle alla RF può essere aumentata utilizzando sulla pelle un gel conduttore

Come agisce la Radiofrequenza

La Radiofrequenza è un trattamento che, basandosisull’emissione di Energia, è in grado di sviluppare all’interno dei tessuti cutanei un calore che dalla superficie dellapelle si propaga in profondità al derma, agli strati adiposi fino al limite della fascia muscolare.
La conducibilità della pelle alla RF può essere aumentata utilizzando sulla pelle un gel conduttore

Come agisce la Radiofrequenza

La Radiofrequenza è un trattamento che, basandosisull’emissione di Energia, è in grado di sviluppare all’interno dei tessuti cutanei un calore che dalla superficie dellapelle si propaga in profondità al derma, agli strati adiposi fino al limite della fascia muscolare.
La conducibilità della pelle alla RF può essere aumentata utilizzando sulla pelle un gel conduttore

Ritratto dottore

La struttura della pelle

La Ricerca

– L’epidermide è la zona più esterna della pelle. È composta da cellule rese più resistenti dalla presenza di cheratina.

– Il derma è lo strato interno della pelle. In esso sono presenti le ghiandole sudoripare, i bulbi piliferi e le terminazioni nervose, mentre alla sua base si trova il pannicolo adiposo, formato essenzialmente da grasso, che prende il nome di ipoderma (o tessuto sottocutaneo).

– L’ipoderma, di derivazione mesenchimale, è costituita da cellule rotondeggianti piene di lipidi (soprattutto trigliceridi), dette adipociti, circondate da una fitta rete di vasi arteriosi e venosi.

Lo spessore del sottocutaneo è variabile; funge da isolante, riserva di lipidi, ammortizzatore e favorisce la mobilità della pelle rispetto alle strutture più profonde.

– Il tessuto connettivo ha la funzione di collegamento e nutrimento dei vari organi.

– Le fibre collagene sono essenziali come costituente del derma e sono di fondamentale importanza per l’elasticità dei tessuti. Appaiono come lunghe fibre bianche che si diramano in varie direzioni. Il 70% della nostra epidermide è costituita da collagene.

– L’elastina forma, insieme al collagene, il reticolo di sostegno della pelle e aiuta a prevenire le rughe e smagliature in quanto permette ai tessuti di tornare alla loro forma originaria.

Ritratto dottore

La struttura della pelle

La Ricerca

– L’epidermide è la zona più esterna della pelle. È composta da cellule rese più resistenti dalla presenza di cheratina.

– Il derma è lo strato interno della pelle. In esso sono presenti le ghiandole sudoripare, i bulbi piliferi e le terminazioni nervose, mentre alla sua base si trova il pannicolo adiposo, formato essenzialmente da grasso, che prende il nome di ipoderma (o tessuto sottocutaneo).

– L’ipoderma, di derivazione mesenchimale, è costituita da cellule rotondeggianti piene di lipidi (soprattutto trigliceridi), dette adipociti, circondate da una fitta rete di vasi arteriosi e venosi.

Lo spessore del sottocutaneo è variabile; funge da isolante, riserva di lipidi, ammortizzatore e favorisce la mobilità della pelle rispetto alle strutture più profonde.

– Il tessuto connettivo ha la funzione di collegamento e nutrimento dei vari organi.

– Le fibre collagene sono essenziali come costituente del derma e sono di fondamentale importanza per l’elasticità dei tessuti. Appaiono come lunghe fibre bianche che si diramano in varie direzioni. Il 70% della nostra epidermide è costituita da collagene.

– L’elastina forma, insieme al collagene, il reticolo di sostegno della pelle e aiuta a prevenire le rughe e smagliature in quanto permette ai tessuti di tornare alla loro forma originaria.

Ritratto dottore

La struttura della pelle

La Ricerca

– L’epidermide è la zona più esterna della pelle. È composta da cellule rese più resistenti dalla presenza di cheratina.

– Il derma è lo strato interno della pelle. In esso sono presenti le ghiandole sudoripare, i bulbi piliferi e le terminazioni nervose, mentre alla sua base si trova il pannicolo adiposo, formato essenzialmente da grasso, che prende il nome di ipoderma (o tessuto sottocutaneo).

– L’ipoderma, di derivazione mesenchimale, è costituita da cellule rotondeggianti piene di lipidi (soprattutto trigliceridi), dette adipociti, circondate da una fitta rete di vasi arteriosi e venosi.

Lo spessore del sottocutaneo è variabile; funge da isolante, riserva di lipidi, ammortizzatore e favorisce la mobilità della pelle rispetto alle strutture più profonde.

– Il tessuto connettivo ha la funzione di collegamento e nutrimento dei vari organi.

– Le fibre collagene sono essenziali come costituente del derma e sono di fondamentale importanza per l’elasticità dei tessuti. Appaiono come lunghe fibre bianche che si diramano in varie direzioni. Il 70% della nostra epidermide è costituita da collagene.

– L’elastina forma, insieme al collagene, il reticolo di sostegno della pelle e aiuta a prevenire le rughe e smagliature in quanto permette ai tessuti di tornare alla loro forma originaria.